Finanziaria 2018: Tiriamo le somme

Boccata d’aria per i Consorzi Fidi
23 aprile 2018
Nuova veste al turismo in Sicilia
10 maggio 2018
Mostra tutti

Questa finanziaria non ci è piaciuta.
Una manovra grassa e lenta, troppo spesso legata ad interessi dei singoli deputati relativamente al loro territorio d’appartenenza, un sistema ormai collaudato che permette agli onorevoli colleghi degli altri schieramenti di collezionare consensi all’interno del loro bacino elettorale di appartenenza (le abbiamo più volte chiamate “marchette”). Poche o pochissime le norme di carattere generale in grado di iniziare a mettere ordine in questa regione. Una visione decisamente “Old Style”, che puzza di vecchio, in perfetta antitesi con le linee guida del Movimento. Un modus operandi stantio che non ci stancheremo mai di combattere e che prima o poi riusciremo ad estirpare.
Nessun investimento per lo sviluppo e per il lavoro ma il solito poltronificio il cui meccanismo è risultato perfettamente unto e funzionante.
Nonostante tutto siamo riusciti a portare a casa risultati non da poco:

 

Sostegno ai Disabili

Con un emendamento che porta la prima firma di Giorgio Pasqua, cinque milioni di euro saranno destinati a progetti individuali a favore dei disabili.

 

Servizi per l’autismo

Con un emendamento a firma Pasqua e Zito, abbiamo ottenuto l’allargamento della platea relativamente agli interventi di diagnosi e cura dell’autismo, attraverso una rete assistenziale rivolta a minori, ragazzi, adolescenti e adulti ed un aumento delle risorse a disposizione del fondo dedicato.

 

Antincendio

Grazie al nostro deputato Giampiero Trizzino saranno destinati tre milioni di euro alle attività di prevenzione e contrasto ai roghi aumentando il numero di uomini e mezzi per 90 giorni a partire dall’1 Giugno.

 

Musei e Gallerie d’Arte

Con un emendamento a firma Cancelleri, Zafarana, Siragusa, De Luca e Di Paola il 20% degli incassi derivati dalla vendita dei ticket d’ingresso di tutti i luoghi della cultura Siciliani verranno restituiti in forma di finanziamento a Musei e Gallerie Regionali. Una manovra in controtendenza con l’orientamento regionale che voleva invece ridurre i fondi.

 

Arpa

Aggirando l’articolo 97 della Costituzione Italiana, per anni si è proceduto ad innesti di personale negli enti pubblici senza alcun concorso. Grazie ad un emendamento a firma Trizzino e Palmeri l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente bandirà nuovi avvisi di concorso creando così nuove opportunità di lavoro per i laureati all’interno delle partecipate della Regione.

 

Scuole degli antichi mestieri e delle tradizioni popolari

Un milione e mezzo di euro ai comuni che vorranno attivare scuole degli antichi mestieri e delle tradizioni popolari. I comuni siciliani aggiudicheranno le risorse con bando pubblico.
Un emendamento che porta la firma di Valentina Palmeri e che mira a valorizzare le eccellenze e l’artigianato locale e che grazie al M5S è stato esteso ai 390 comuni dell’Isola.

 

Ospedali in zone a rischio ambientale

Grazie ad un emendamento a firma Zito, Di Paola e Pasqua verranno stanziati tre milioni di Euro per gli ospedali che risiedono in zone a rischio ambientale.

 

Europrogettazione

Con un emendamento firmato da Luigi Sunseri vengono destinati 20 milioni di euro di fondi Pac (Piano di azione e coesione) per fornire un aiuto concreto a 390 comuni siciliani per redigere progetti e partecipare a bandi europei.

 

Petrolio e Royalties

Sempre grazie al deputato Sunseri d’ora in poi le royalties del petrolio saranno corrisposte per un terzo alla Regione e per due terzi ai Comuni sui quali risiedono i giacimenti petroliferi. Il gettito derivante verrà utilizzato per progetti di monitoraggio ambientale, efficientamento energetico ed in investimenti nel campo della sanità.

 

Trasporto Extraurbano per gli studenti

Con un emendamento presentato da Giancarlo Cancelleri sono stati stanziati cinque milioni di euro destinati al rimborso delle spese di trasporto extraurbano per tutti gli studenti fuorisede. Sono stati stanziati altri due milioni di euro per i comuni di Augusta e Porto Empedocle al fine di concorrere nelle spese sostenute e per una migliore gestione del  fenomeno migratorio.

 

Efficientamento energetico

Vengono stanziati 200 mila euro per le piccole aziende che vorranno realizzare opere di efficientamento energetico.

 

Comuni amici della famiglia

Per favorire interventi istituzionali finalizzati allo sviluppo di buone pratiche, di azioni di mutuo aiuto familiare, di collaborazione e di sostegno reciproco tra le famiglie viene istituita la Rete dei Comuni amici della Famiglia.
Tutti i comuni che rispettano i requisiti possono iscriversi a tale registro.

 

Queste sono solo alcune delle proposte che abbiamo avanzato durante quest’ultima finanziaria. La nostra linea è sempre stata chiara, abbiamo lavorato nell’interesse dell’intera Regione cercando di portare avanti progetti che avessero una reale ricaduta sul territorio,  misure indirizzate alla collettività e volte ad un reale miglioramento della qualità della vita dei Siciliani.