Formazione
Diploma di maturità magistrale
Esperienze lavorative
Per circa cinque anni ho lavorato come insegnante in un centro di assistenza ai disabili, occupandomi in particolare di educazione linguistica e motoria ai soggetti affetti dalla sindrome di down. Per circa un anno ho ricoperto la mansione di addetta alle vendite presso un esercizio commerciale di abbigliamento, occupandomi della gestione del punto vendita, dai rapporti con i fornitori all'assistenza ai clienti.
Premi e riconoscimenti
Impegno sociale e attivismo
Nell'ottobre del 2012 sono stata eletta Portavoce del Movimento 5 Stelle all'Assemblea Regionale Siciliana. Dal 19-12-2012 al 30-11-2015 sono stata componente e segretario della Commissione VI - Servizi Sociali e Sanitari, e dal 01-12-2015 componente della Commissione III - Attività Produttive. Durante l'espletamento del mio mandato ho presentato più di cento atti parlamentari, tra disegni di legge, interrogazioni e mozioni. Sanità e Agricoltura sono stati i cardini della mia attività politica, insieme alla battaglia per l'impignorabilità della prima casa. L'esenzione del ticket sanitario anche per gli inoccupati e non solo per i disoccupati è stata una lunga battaglia vinta finalmente negli ultimi mesi della XVI legislatura dell'ARS. Da anni mi batto per debellare il fenomeno degli imboscati nella sanità, una delle cause che genera la cronica carenza di personale sanitario nel settore ed un cattivo servizio per chi è costretto a trascorrere periodi negli ospedali. La tutela della salute pubblica dei cittadini è stata al centro di gran parte della mia attività, attraverso un minuzioso lavoro che, di concerto con l'ARPA e con il laboratorio di Sanità Pubblica dell'ASP di Ragusa, ha portato al costante controllo dell'acqua che arriva nelle case del mio territorio. Costante e appagante è stato il rapporto con gli attivisti del M5S del mio territorio e non solo, una continua sinergia che ha prodotto numerosi accessi agli atti amministrativi e qualche esposto alle Autorità Giudiziarie. Tra i tanti, ricordo l'esposto per gli ecoreati perpetrati nel litorale di Marina di Acate, che ha portato al sequestro della spiaggia e all'individuazione dei presunti colpevoli; l'esposto per le “cartelle pazze” della TARI di Pozzallo; quello per le opacità del “project financing” per l'ampliamento del cimitero di Comiso; quello per l'estrema pericolosità dei passaggi a livello di Vittoria e della S.S. 115. La mia esperienza di attivista nasce nel 2007, fuori dalle barricate dei partiti politici, di cui ho sempre criticato il distacco di intenti tra eletti ed elettori. La mia necessità di non stare con le “mani in mano” si concretizza con la nascita di una consulta cittadina, di cui sono stata tra i fondatori.Tra le principali attività e iniziative delle quali sono stata promotrice e organizzatrice mi piace ricordare la campagna di sensibilizzazione agli automobilisti locali contro il parcheggio selvaggio, il rispetto delle norme di civiltà stradale e di vivibilità pubblica, e la lotta contro l’attacchinaggio abusivo in campagna elettorale. Nel giugno 2012 entro a far parte del MoVimento 5 Stelle Acate, dove ho continuato il mio attivismo con l’operazione “spiagge dimenticate”, bonificando i tratti di litorale abbandonati dalla amministrazione comunale e la campagna di sensibilizzazione contro il MUOS di Niscemi.
Hobby e curiosità